Recupero terreni incolti

Roppolo 6 marzo 2015 ore 20,45

A seguito del regolare avviso diramato dal Presidente, in seconda convocazione si è tenuta l’assemblea ordinaria dei Soci di ColtiViViamo A.P.S. il giorno 6 marzo alle 20,45 presso il Polivalente di Roppolo con il seguente ordine del giorno:

– relazione attività stagione 2014;
– approvazione rendiconto 2014;
– elezioni nuovo Direttivo 2015 – 2018;
– programmi attività Roppolo, Comuni limitrofi, Occhieppo 2015;
– varie ed eventuali.

1. Presenti : 32 persone

2. Relazione del Presidente

Il Presidente sig. Ettore Macchieraldo prende la parola e illustra le attività del 2014.

  • Circa 3 ettari di terreni sono stati messi a disposizione e circa 1 ettaro è stato messo a cultura. In particolare i terreni di Roppolo paese il “Tennis 1” è partito con le culture primaverili ed estive e poi lo stesso e il “Tennis 2” sono passati alle culture autunnali e sono state impiantate 3 serre da circa 3 metri di larghezza per un totale di 60 metri di lunghezza (i 140 archetti di ferro ci sono stati donati). Al Vernetto in primavera sono state piantate e prodotte circa 400 kg di patate e poi gli ortaggi autunnali

  • I recenti terreni di Viverone, su terrazzamento disposto a sud, sono stati da poco disboscati e dalla primavera si pensa di piantare piante aromatiche di vario tipo e zucche (in quanto per il momento non verranno tolti i ceppi per problemi di costo)

  • I soci 2014 di ColtiViviamo sono stati 115

  • La distribuzione degli ortaggi e della frutta ai soci è stata organizzata inizialmente con appuntamenti pre-fissati presso i campi o in altri luoghi in paese e dopo si è avviata la consegna delle cassette porta a porta anche grazie al progetto PPU

  • Si sono collegate nel tempo alla distribuzione di ColtiViviamo 5 produttori: Alberto (miele), Pasquale (ortaggi-frutta invernali), Carla (ortaggi-frutta), Massimo (vino), Fabrizio (polenta). Inoltre: Landorno (piantine), Piredda (ottica) come collaborazione e servizio ai soci.

  • Il sito multimediale è stato implementato nel tempo da Marco Rodella inclusa la gestione delle prenotazioni delle cassetta di orto-frutta. Circa 700 contatti su Facebook

  • Attualmente si sta lavorando con i Vivai Canavesani ad un Bando Manital-San Paolo volto a reperire fondi per un progetto informatico che ottimizza ordinativi-consumi con le produzioni dei terreni

3. Presentazione rendiconto 2014

Il Presidente sig. Ettore Macchieraldo riprende la parola e illustra i numeri in dettaglio (in Allegato il rendiconto 2014).

In sintesi:

  • le entrate sono state per tesseramento e donazioni per l’ortofrutta per la maggior quota di 3475€ e per raccolte pubbliche di fondi (3 eventi) per 2949€

  • le uscite in totale sono state di 4929€ ed in particolare si evidenzia che si sono spesi in tutto l’anno per sementi e piantini 260€ e si sono dati voucher lavoro a 3 persone per un totale di 686€

  • l’ avanzo di gestione è pari a 1145€.

Dopo gli interventi di cui ai punti 4. 5. si procede alla votazione.

Il rendiconto viene approvato all’unanimità, nessun astenuto e nessuno contrario

4. Presentazione planimetrie terreni coltivati

Alice Bordignon presenta all’assemblea le piantine dei terreni coltivate in scala e legate ad un programma specifico di elaborazione dati volto a pianificare le coltivazioni nei mesi e a consuntivarne i risultati in termini qualitativi e quantitativi. Gli appezzamenti sono stati suddivisi in mini-aree di 1,5 m x 1, 5 m

Nell’ottica di dividere i compiti e di organizzare meglio il lavoro sono state divise le responsabilità operative sui terreni: Calogero – Tennis 1 e 2, Alberto – Vernetto, Claudia e Floriana – Viverone

5. Dibattito sulle consegne e la soddisfazione dei soci

Ettore Macchieraldo per il 2014 valuta a tempo pieno 3-4 soci lavoratori sui campi, 3-4 soci lavoratori che hanno preparato ogni settimana le cassette e circa 10 soci lavoratori che hanno partecipato ad appuntamenti specifici (del tipo raccolta patate, preparazione terreni e semina, estirpazione erbacce, etc).

Sempre Ettore Macchieraldo e Floriana Bacchis spiegano che dopo l’autunno per mantenere il rapporto con i Soci ed in mancanza di prodotti nostri, sono stati messi in essere degli accordi con i Vivai Canavesani e che per il futuro li implementeremo anche con altri, ad esempio la stessa Coltiviviamo con sede ad Occhieppo, la nuova associazione di Magnano, nell’ottica di fare rete e dare maggiore offerta anche in funzione della resa delle differenti culture in aree climatiche diverse.

Particolarmente apprezzato dall’assemblea è stato il commento di Gigi Bondonno relativo alla soddisfazione della sua famiglia ed in particolare agli “evviva è arrivata la cassetta settimanale” da parte dei suoi figli, che esprime pienamente la valenza dell’iniziativa, la genuinità dei prodotti e il servizio di consegna.

Ettore Macchieraldo in questa occasione ha espresso la possibilità per ColtiviViamo di poter partecipare a dei mercati (tipo ZAC ad Ivrea o Ciboprossimo a Milano) al fine di piazzare le eccedenze ma soprattutto promuovere il territorio presentando le iniziative e le attività di ColtiviViamo

6. elezioni nuovo Direttivo triennio 2015 – 2017

Il Presidente Ettore Macchieraldo spiega all’assemblea che il primo direttivo di ColtiViviamo era stato formato dagli 8 Soci fondatori e che dopo un anno di attività, il cambio della presidenza nel corso del 2104 per le dismissioni di Eleonora Rosso, e soprattutto per l’ingresso dei moltissimi soci lavoratori e non, si è deciso per le dimissioni del consiglio direttivo in carica al fine di costituirne uno nuovo pienamente legittimato tramite il voto dei soci di ColtiViviamo 2015.

Inoltre spiega la necessità di avere nel nuovo direttivo un membro di ColtiViViamo Occhieppo.

Si procede alla auto-presentazione dei singoli candidati e si scrivono su un foglio i 10 nomi di chi si è proposto.

Si scelgono i 2 scrutatori: Graziella Salussolia e Silvio Brera.

Si procede alla votazione fino ad 8 candidati per ogni singolo elettore e alla raccolta delle schede in un vaso che viene posto sul tavolo della presidenza.

Si procede allo spoglio e le preferenze espresse dagli elettori vengono segnate su un foglio di carta con il metodo delle aste a gruppi di 5 (in allegato al presente verbale).

Votanti n° 33 (incluse 7 deleghe – in allegato)

Il risultato delle elezioni è il seguente:

Ettore Macchieraldo voti 32
Marco Rodella voti 26
Albero Leone voti 24
Alice Bordignon voti 22
Andrea Polidori voti 22
Calogero Vizzini voti 21
Claudia Actis Dana voti 20
Renato Deregibus voti 19
Lucia Avandero voti 14
Fabrizio Ciompi voti 13
Pancrazio Bertaccini voti 1 (ma non era candidato)

Schede nulle n° 1
Schede bianche n° 0

Si fissa la data del primo direttivo (all’interno del quale verranno definite le cariche di Presidente, Segretario, Tesoriere come previsto da Statuto) per lunedi 16 marzo alle ore 18,00 in via Massa 27.

Non essendoci altri argomenti da discutere, il Presidente alle ore 23,05 del 6 marzo 2015 dichiara chiusa l’Assemblea dei Soci.

Visto e sottoscritto.

Il Segretario Il Presidente


Precisazioni aggiuntive:
– I seguiti sulla pagina Facebook sono oltre 710 mentre gli iscritti al sito sono 126.

– Gli eletti effettivi sono:
1 – Ettore Macchieraldo voti 32
2 – Marco Rodella voti 26
3 – Albero Leone voti 24
4 – Alice Bordignon voti 22
5 – Andrea Polidori voti 22
6 – Calogero Vizzini voti 21
7 – Claudia Actis Dana voti 20
8 – Lucia Avandero voti 14

– Poiché per motivi legislativi non è attualmente possibile ampliare la struttura direttiva oltre gli 8 membri, Renato Deregibus cede la posizione a Lucia Avandero in quanto per accordo collaborativo si era preventivamente deciso di lasciare una posizione rappresentativa al gruppo di Occhieppo Inferiore.

– Nell’intento etico della associazione la posizione in direttivo è relativa a poche azioni burocratiche e maggiori responsabilità legali, pertanto nella realtà etica dell’associazione gli uscenti rimangono operatori importanti a tutti gli effetti e forse ancor più di prima. L’associazione è infatti cresciuta e continua a crescere anche grazie agli operatori volontari non partecipi al direttivo che spesso risultano addirittura più cruciali del direttivo stesso. Anche questo è il bello della nostra comunità.