Recupero terreni incolti

da Annamaria Baldassi

PRESENTATO IL CONTRATTO DI LAGO DI VIVERONE A EXPO 2015

Nell’ambito del progetto AQUA2015 la Regione Piemonte e la Provincia di Biella illustrano i processi dei Contratti di Fiume e di Lago e le loro importanti ripercussioni sul territorio.Sabato 9 maggio, presso il Conference Centre EXPO 2015, la Provincia di Biella ha presentato, nell’importante sede dell’esposizione universale di Milano, il Contratto di Lago di Viverone.

L’evento, di informazione ed intrattenimento, inserito nel più ampio progetto AQUA2015,  ha offerto un’edificante momento di informazione ed intrattenimento alternando gli interventi delle 7 Regioni aderenti al progetto a brevi documentari a tema nella cornice emozionante del racconto onirico sulla “Meravigliosa Storia dell’Acqua” scritto da Michele Cignarale e Claudia Laricchia ed interpretato da Camillo Ciorciaro.

Le Regioni hanno introdotto al pubblico numeroso, che seguiva anche in streaming, le politiche territoriali di gestione dell’acqua; il Piemonte, ha scelto di offrire un quadro complessivo delle attività che si stanno svolgendo nell’ambito dei Contratti di Fiume e di Lago, assegnando uno spazio particolare al Contratto di Lago di Viverone e confermando l’attenzione rivolta a queste iniziative.

La Provincia di Biella, Ente capofila del Contratto che, in forma partecipata e condivisa con la comunità del bacino del lago di Viverone, si è posto l’obiettivo di valorizzare e tutelare le ricchezze naturalistiche e storico-culturali dell’area, a sua volta ha scelto di polarizzare l’attenzione sulle opportunità emerse in ordine alle politiche di sviluppo locale.

L’intervento ha illustrato in estrema sintesi – dati i tempi rigorosi imposti dall’efficacissima logoViverone_contratto di lago conduttrice di Linea Verde –  come i Comuni del bacino del lago, sollecitati e coadiuvati da Associazioni e Movimenti di cittadini locali, abbiano realizzato progetti spontanei finanziati da fondi europei nell’ambito dei Progetti di Pubblica Utilità.

Tali iniziative riguardano: il recupero e la valorizzazione segnaletica e turistica dipercorsi escursionistici; il ripristino della funzionalità delle rogge e la messa a coltura di terreni agricoli abbandonati con distribuzione locale della produzione tramite web, la realizzazione di un sito WEB promozionale integrato a livello di bacino (3 Province, 10 Comuni) quale strumento per la valorizzazione e l’offerta turistica sul mercato nazionale ed europeo.

A conferma dell’impegno che Amministratori locali e Associazioni continuano a dedicare, domenica 10 maggio si è svolta una passeggiata lungo il primo degli itinerari presentati a progetto “Buon Cammino 1”.

Durante la giornata, i visitatori, accompagnati  lungo i ca. 7/8 km del percorso, hanno ascoltato i racconti dei membri della comunità che hanno descritto la genesi dei panorami mozzafiato sull’anfiteatro morenico, le conoscenze storiche e le credenze tradizionali dei siti storici e preistorici incontrati lungo il tragitto per concludere con una buona focaccia preparata nel forno frazionale di Peverano.

Per la Segreteria Tecnica: Annamaria Baldassi